Il sesto round iniziato al Circuit Catalunya-Barcelona in Spagna corrisponde anche ad un anteprima per il campionato mondiale Supersport. Il tracciato catalano non aveva mai ospitato in precedenza i mondiali delle derivate dalla serie e si è quindi trattato di un debutto assoluto.
La giornata di venerdì è stata condizionata dalla pioggia, che aveva iniziato a cadere prima che iniziasse il secondo turno di prove libere. Nella classifica cumulativa delle due sessioni Raffaele De Rosa (1’46”412) aveva ottenuto il settimo posto, mentre Federico Fuligni (1’48”270) aveva concluso in diciannovesima posizione.
Sabato si è svolto il terzo ed ultimo turno di libere, disputato su di una pista non completamente asciutta, a causa delle piogge cadute nelle prime ore del mattino. Di conseguenza nessun pilota è riuscito a migliorare il tempo sul giro stabilito ieri. De Rosa ha quindi mantenuto la settima posizione e Fuligni la diciannovesima.
La sesta Superpole della stagione si è disputata su pista asciutta. De Rosa è stato veloce sin dall’inizio del turno, e nonostante abbia trovato traffico nel suo giro veloce ha concluso in quinta posizione, con il tempo di 1’45”501. Purtroppo una banale scivolata ha impedito a Fuligni di andare oltre il ventiseiesimo posto.
A causa della penalità che gli è stata inflitta per l’incidente che lo ha visto coinvolto nella precedente gara al Motorland Aragon, De Rosa è stato costretto a prendere il via dalla pit line, nella gara che si è disputata nel pomeriggio con una pista inizialmente asciutta. De Rosa ha dovuto attendere la partenza della gara prima di poter scattare dalla pit line. Una volta in pista Raffaele ha spesso fatto segnare il miglior tempo sul giro ed ha recuperato tante posizioni, fino a trovarsi a due secondi dal settimo posto. Al nono giro la pioggia è tornata con prepotenza sul circuito ed i piloti del Reparto Corse MV sono rientrati al loro box per il cambio gomme. Però una volta rientrati in pista sono stati fermati dalla bandiera rossa a causa dell’eccessiva quantità di acqua presente sul tracciato. Con una classifica completamente rivoluzionata dalle soste ai box e dalla bandiera rossa, De Rosa ha chiuso al quattordicesimo posto, mentre Fuligni al diciassettesimo. La vittoria è andata ad un pilota che era transitato ultimo al primo giro e che scelto di non far rientro al box per il cambio gomme.

Circuito Catalunya-Barcelona – Spagna
Campionato mondiale Supersport
Classifica cumulativa delle tre sessioni di prove libere: 1)Mahias (Kawasaki) – 2) Vinales (Yamaha) – 3) Oettl (Kawasaki) – 4) Locatelli (Yamaha) – 5) Odendaal (Yamaha) – 6) Perolari (Yamaha) – 7) De Rosa (MV Agusta) …….. 19) Fuligni (MV Agusta)

Superpole: Superpole: 1) Locatelli (Yamaha) – 2) Mahias (Kawasaki) – 3) Perolari (Yamaha) – 4) Gonzales (Kawasaki) – 5) De Rosa (MV Agusta) – 6) Oettl (Kawasaki) .…… 26) Fuligni (MV Agusta)

Gara 10: 1) Verdoia (Yamaha) – 2) Mahias (Kawasaki) – 3) Smith (Yamaha) – 4) Locatelli (Yamaha) – 5) Manfredi (Yamaha) …………. 14) De Rosa (MV Agusta) ……..17) Fuligni (MV Agusta)

 

Raffaele De Rosa: “E’ stata una gara del tutto particolare. La mia impressione è che mi abbiano dato il via in ritardo. Pur partendo dalla pit line ero molto motivato a dare il massimo per ottenere il miglior risultato possibile, però perdere ulteriori secondi preziosi nell’attesa di poter partire ha reso la mia gara ancora più difficile. Grazie ad un passo molto veloce sono risalito sino alla tredicesima posizione quando è arrivata la pioggia a sconvolgere l’esito della gara. Quando la pioggia è diventata torrenziale è stata finalmente esposta la bandiera rossa, forse con un po di ritardo. Per fortuna non è successo nulla. In gara2 potrò partire dalla secondo fila conquistata in Superpole e spero di poter fare una buona gara. Voglio ringraziare la mia squadra che ha fatto un ottimo lavoro”.

Federico Fuligni: “Sono partito molto indietro a causa del risultato ottenuto in Superpole, ed ho spinto subito forte, iniziando una rimonta che si è interrotta quando ha iniziato a piovere. Sono entrato tra i primi ai box per montare le gomme da pioggia, ma poi l’intensità della pioggia stessa è aumentata ed è stata esposta la bandiera rossa. E’ stata una gara difficile e sfortunata, ma ci riproveremo in gara2, sperando in un meteo decisamente migliore”.